martedì 8 aprile 2014

Il Complesso eosinofilico nel gatto

Sul Complesso del granuloma eosinofilo del gatto,in internet trovate molte informazioni.
In passato ho avuto modo di conoscere questa manifestazione perchè anche il mio Leo ne era affetto.
Partiamo subito col dire che del Complesso granuloma eosinofilico esistono tre forme :
-il granuloma esosinofilo
- l'ulcera indolente
-placche eosinofile

Si suppone che la patologia sia dovuta a vari fattori scatenanti tra cui un'allergia alimentare,da sostenze chimiche,da parassiti o malattie virali,associati a indebolimento del sistema immunitario.
Si pensa anche che in alcuni gatti ci sia una familiarità o predisposizione.

Perchè si chiama eosinofilo?
Perchè in seguito ad infiammazione,gli eosinofili diventano iperattivi rilasciando sostenze che poi ledono i tessuti.Inoltre,questa reazione provoca prurito,che porta il gatto a grattarsi incessantemente,fino a lesionare in modo grave la pelle ed i tessuti sottostanti.

                               Immagine dal web


Il mio Leo era affetto dal Granuloma eosinofilo,un cordone localizzato alle cosce,a volte leggermente arrosato,ma che non portava prurito,quindi grosse conseguenze non ne ha avuto.

Il problema sono le placche,che spesso si localizzano sull'addome,inguine,collo e spazi interdigitali.
Altro problema della placca è la sovrapposizione di contaminazione batterica.
Il gatto grattandosi con le zampette,con le quali cammina,contamina la zona già arrossata e piena di graffi e questo provoca infezioni.

A noi il primo ad esserne colpito fù Kevin.Iniziò con una piccola ferita al collo,pensanso ad un graffio iniziammo l'antibiotico.
Purtroppo la lesione non migliorò e ci applicammo della pomata di cortisone,poi lo portammo dal veterinario che ci informò che si trattava delle famose placche.
Kevin,Mia e Nik,sono gatti Felv che non possono assumere cortisonici,unica terapia,in grado di far sparire le placche.
Continuammo la pomata mattina e sera per più di 1 settimana,ma la placca si allargava a vista d'occhio.
Iniziai a somministrargli  le compresse di cortisone e in 7 giorni la situazione regredì.


Nel frattempo anche a Mia erano comparse le placche,ma lei era un soggetto più delicato,sottopeso di almeno 1 chilo,a gennaio avevamo sconfitto una diarrea che durava da 3 mesi,poi passò ad infezione herpatica all'occhio e poi all'influenza.
Dare il cortisone non ci sembrava il caso.
Ma anche a lei la situazione peggiorò.
Le  somministrai il cortisone ugualmente ,ma 1/4 del dosaggio che le spettava,speravo solo di rallentare il processo,ma inutilmente.

Anche il mio veterinario ci disse che non era il caso di darglielo,ma la situazione peggiorava di giorno in giorno.
Facemmo l'esame citologico,delle cellule del collo,che ci rivelò la presenza di cocchi e quindi di un'infezione.
Iniziammo la terapia antibiotica che continua tutt'ora.

                                 immagine dal web

Iniziai a cercare altre soluzioni,medicine alternative e tra le varie ricerche mi imbattei nell'omeopatia.
Alcuni veterinari sostengono che queste cure alternative funzionano ugualmente.
Basti pensare ai pelosi che per problemi renali, epatici o come nel nostro caso,non possono assumere cortisoni,l'unica alternativa è questa.

                                        
All'inizio di marzo chiesi una consulenza dermatologica ma questo specialista viene 1 volta a settimana (visita in varie città della lombardia), e mi diedero l'appuntamento  per l'11 aprile.
Chiesi quindi consiglio al mio veterinario che purtroppo mi disse che non ne capiva nulla di omeopatia.
Nonostante fossi anch'io scettica,sapevo che altre soluzioni non c'erano.
Purtroppo non sapevo a chi chiedere informazioni su quale tipo di farmaco scegliere,su dosaggio,diluizioni e tempi.
Su internet avevo trovato,infatti due tipi di cure:la prima si basa sull'uso del Ribes Nigrum,ma bisognava stare attenti,che aveva la controindicazione di provocare ipertensione,in caso di terapia prolungata;e la seconda è l'Histaminum,istamina naturale.



Inviavi un paio di email ai medici che avevano scritto in internet su questi argomenti e per fortuna uno di loro mi rispose.Avevo già scartato l'idea del Ribes.

Iniziammo subito la terapia sia per Mia che per Kevin,che ogni tanto si grattava.
Purtroppo una volta finito l'effetto del cortisone,il prurito riprende e quindi ricompaiono le lesioni.
Questa manifestazione  è recidivante.



Da fine febbraio iniziai a pensare a proteggere il collo di Mia dai continui grattamenti lesionistici.
Unica soluzione che trovai,fù quella che avevo utilizzato in seguito alla sterilizzazione delle altre mie gatte,per evitare la rimozione dei punti dall'adodome.
Tagliai una manica di una maglietta ,feci due buchi all'altezza delle zampette anteriori e poi applicai dei bottoni a pressione,perchè il bordo era troppo largo per lei.
Ormai le magliette "son vissute",pieni di piccoli buchi,perchè c'è Sissi che cerca di toglierle e alle volte ci riesce!O_O



Dopo 3 giorni dall'inizio della terapia omeopatica,nulla era cambiato,ma non potevo pretendere chissà che miracoli.Mia aveva una vasta zona del collo sanguinante e senza peli.E quando si grattava volavano schizzi di sangue , pelle e tessuti sul mio monitor...non sapevo più che fare!
Così ritornammo dal veterinario,senza appuntamento.
La situazione non le piacque e mi organizzò subito una visita con la dermatologa,presente proprio quel giorno...che culo!(scusate...)

Quindi esami del sangue completi ed anche la Toxoplasmosi e per finire altro esame citologico....
Voleva iniziare la terapia con  cortisone e ciclosporina.Altra scelta non c'era.
Ma per fortuna l'esame citologico ci disse che l'infezione stava migliorando.
Dovevamo aspettare l'esito della Toxo per iniziare la ciclosporina,ma nel frattempo iniziammo la terapia col cortisone.
La dermatologa ci disse che era meglio farla vivere 6 mesi in meno,ma decentemete...
Questa frase mi spiazziò.
6 mesi in meno per la vita di un gatto sano,non sono niente,basandosi che può vivere anche 18 anni....ma i gatti Felv,hanno un'aspettativa di vita ridotta,intorno ai 3 anni se avviene il miracolo,due se si guardano le statistiche!

                                  Mia 2/3/14

Quando ritornammo a casa iniziai a fare le mie solite ricerche.
Sapevo che la ciclosporina è un'immunosoppressore,ma nel gatto quali erano gli effetti collaterali?
Quello che scoprii non mi piacque affatto.
Già somministrarle il cortisone vuol dire abbassare le poche difese immunitarie del gatto,se poi si associa a questo anche un altro potente farmaco....facciamola finita subito.
Le conseguenze potevano essere infezioni varie,linfomi,diabete,anoressia,lipidosi epatica,diarrea e vomito....ecc ecc....
La ciclosporina non si può utilizzare sui gatti Felv,sui gatti sottopeso  o per altre patologie.
Ne parlai con Gianni ed insieme decidemmo di non  somministrarlo.Il cortisone e l'istamina naturale,insieme all'antibiotico,sarebbero state le uniche somministrazioni per Mia.



La situazione di Kevin,invece iniziava a migliorare,con l'Histaminum,si grattava molto meno e sulle due piccole lesioni al collo ,gli applicammo l'Iruxol e non il cortisone(che non era servito).
L'Iruxol è una pomata per uso umano con due caratteristiche :cicatrizzante ed antisettica.
Contiene infatti un'antibiotico,che quindi previene,in questo caso ,la sovrapposizione batterica ed agisce per guarire la lesione.


         Collo di Kevin,adesso


Adesso Mia sta meglio,i peli stanno iniziando a ricrescere e si gratta meno.
Le cambio le magliette ogni 12 ore,perchè il sangue e il siero induriscono il collo della manica  e questo non aiuta di certo la zona interessata.
        
         Il collo di Mia ,30/3/14


Vi lascio l'ultimo appunto sull'Histaminum,se a qualcuno servisse maggiori informazioni,che non ho trovato su internet.
L'Histaminum si trova a vari diluizioni,indicati con la sigla CH.
Per Mia mi è stato consigliato il dosaggio più basso e cioè CH5.
1 granulo per 4-5 volte al giorno per 21 giorni.
Per dargliene 5 volte al giorno,iniziavamo alle 6,poi 10,14,18 ed infine alle 22.


E' un post un po lungo,ma spero che possa servire a qualcuno.
Per altre informazioni su questo complesso ,tipo l'ulcera indolente,non ho scritto nulla perchè per fortuna non l'abbiamo mai vista,ma su internet trovate di tutto.
Lucia


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Tigro 18/12/2011

Leo 11/6/12

Lia,14 anni insieme

Lilli,16 anni e Ale 14 anni

La piccola trudi...

Kimba:15 giugno 2014

Dana:14 anni e 6 mesi

Kevin:3/3/15

Sissi 15/3/15

Ai miei 10 angeli:Tigro,Leo, Lia,Lilli,Trudi, Kimba ,Dana ,Kevin, Sissi e Ale

Stelle

Quando ti vedrò,
ritaglierò dalla tua anima
tante piccole stelline e
allora il cielo sarà così
bello che tutto il mondo
s'innamorerà della notte.
Marcello Finocchiaro